Le ragioni per cui la maggior parte delle diete fallisce alla prima settimana


condividi su

Se riesci a resistere e a...resisterti, il risutato è assicurato.


Le ragioni per cui la maggior parte delle diete fallisce alla prima settimana
La cosa principale che molte diete hanno in comune è la percentuale di abbandono veloce. In una ricerca della scorsa settimana, un compagnia Inglese che produce e vende cibo dietetico ha calcolato che, delle persone che iniziano una dieta, 2 su 5 abbandonano dopo la prima settimana, 1 su 5 resiste al massimo un mese e soltanto i restanti 2 su 5 riescono a portare avanti una dieta per 3 mesi o più. Le ragioni che andiamo ad analizzare più avanti, potrebbero aiutarti a non gettare la spugna e ad avere successo nell'ottenere una sostenibile perdita di peso.


1) Il Corpo si Ribella

Le diete drastiche o troppo restrittivie possono causare giramenti, mal di testa, sensazione di affaticamento fisico e mentale, irritabilità, problemi digestivi e offuscamento delle capacità cognitive. Nessuno si vuole sentire in questo modo e la verità è che cambiare il tuo regime alimentare per il meglio dovrebbe farti sentire in tutt'altro modo.

Cosa fare in questi casi:

Cerca di essere sincero con te stessa e il tuo dietologo. La verità è che nessuno conosce il tuo corpo come te e quindi nessuno sa meglio di te cosa effettivamente è troppo poco nei tuoi pasti. Nonostante possa sembrare illogico mangiare di più per dimagrire, fidati del tuo corpo e parlano con il dietologo o l'alimentarista. Lo aiuterai a trovare una soluzione più adatta al tuo metabolismo e, soprattutto, non smetterai subito la dieta!

2) La Fame

Non è necessario avere sempre fame per essere sicure di stare a dieta. In effetti, la fame cronica indica generalmente che la tua dieta non è bilanciata e, anzi, potrebbe spingere il tuo corpo a conservare le energie e a resistere alla perdita di peso!


Cosa fare in questi casi:

Il trucco è mangiare cibi sani che ti saziano e fanno sentire piena a lungo. I cibi pieni di proteine "magre" (uova, pesce, fagioli, lenticchie...), fibre (frutta, vegetali, fagioli, lenticchie...) e grassi vegetali "buoni" (avocado, noci, olio extra vergine d'oliva...) sono un'ottima base su cui partire.

Un altro trucco consiste nello scegliere cibi che sono molto voluminosi, ma poco calorici in modo che lo stomaco si riempia di più.


3) Le voglie

Spesso gli alimentaristi chiedono ai propri pazienti qual è il cibo senza il quale non riuscirebbe a vivere. E' una domanda critica: il mantenimento del peso nel lungo periodo è un impegno che dura una vita.
Quando le persone non riescono a rinunciare a qualcosa, ecco che entrano nel loop delle montagne russe del peso (un giorno perdono 3 etti, il giorno dopo nel guadagnano 5, il giorno dopo ne perdono uno...). E comunque, privarsi quotidianamente di qualcosa ci porta a vivere nel risentimento, nell'ansia e nella depressione...che di solito sfociano in grandi mangiate e nel conseguente abbandono della dieta.


Cosa fare in questi casi:


Intanto, cerchiamo di toglierci la mentalità alla "tutto o niente" altrimenti, al primo "sgarro", hai subito la scusa per esagerare. Permettiti, invece, dei piccoli eccessi in modo da ridurre il rischio di abbuffate improvvise e, magari, cerca di farlo con quei cibi che sono buoni, ma che non ingrassano in modo esagerato come un dessert con il cioccolato fondente.

4) Pressione Sociale

Quante volte a casa di amici, al bar oppure durante una riunione di lavoro vi viene offerto qualcosa e voi dovete rifiutare dicendo "grazie, ma sono a dieta?" e magari vi rispondono pure "ma non hai bisogno di perdere peso, stai bene così". L'imbarazzo è sempre dietro l'angolo.

Alcuni studi dimostrano che gli amici che mangiano insieme consumano molto più cibo di quando sono con estranei e che gli amici si danno a vicenda il permesso di esagerare.


Cosa fare in questi casi:


Innazitutto, smettila di pensare al cibo come un divertimento. Cerca di evitare tutte le occasioni in cui è prevista un'abbuffata e magari focalizzati sull'andare a ballare o a teatro (dove non è permesso mangiare durante la rappresentazione come al cinema). Se gli amici insistono, spiega loro quanto è importante per te e chiedi un supporto. I tuoi amici si dovrebbero sentire come se stessere prendendo parte a un crimine e preoccuparsi per te: questo dovrebbe aggiustare in modo pacifico il target delle vostre uscite.


5) Le emozioni

La verità è che utilizziamo il cibo in modo emotivo sin dalla nascita. Facciamo affari e celebriamo le ricorrenze con i pasti, usiamo il cibo per dimostrare affetta, portiamo il cibo agli altri che stanno passando momenti di crisi e usiamo il cibo come conforto. Sia una brutta giornata che
una promozione sul lavoro che aspettavi da tanto tempo potrebbero spingerti a mangiare di più. Di solito, mangiare quando si è in preda a emozioni forti è il primo ostacolo alla perdita di peso!


Cosa fare in questi casi:


Le emozioni forti tendono ad eclissare la tua parte razionale e a farti dimenticare le conseguenze. In altre parole, quando sei molto triste, arrabbiata o spaventata e sai che mangiare il gelato ti farà sentire meglio, è facilissimo dimenticare gli obiettivi a lungo termine perché non son rilevanti in quel momento. Non è facile, ma devi cambiare questo atteggiamento. Anche la maggior parte delle volte non mangi in preda alle emozioni, quando lo fai hai un impatto drammatico sulla tua perdita di peso. Non perdere mai di vista i tuoi obiettivi e, magari, focalizzati sulle persone che conosci e che ce l'hanno fatta. 


Autore: Francesca Spaventa

 



I contenuti di questo sito hanno solo carattere di discussione e non dovrebbero essere usati come base per decisioni di carattere personale, da prendere sempre e comunque a contatto diretto con lo specialista. RomaWellness non sara' responsabile per danni di qualsiasi tipo derivanti dall'uso delle informazioni fornite in questo sito.

Il Cibo spazzatura


Patatine, snack, hamburger e hot dog, soft drink e molti altri cibi che non appartengono alla Dieta Mediterranea
Newsletter
iscriviti alla nostra newsletter

Rubriche

Dieta a Capodanno? Ecco 10 pietanze da evitare

Per chi è nel bel mezzo di una dieta o soffre di colesterolo alto e trigliceridi, le festività rappresentano un problema, perchè le tentazioni sono davvero tante.

Il Cibo spazzatura

Patatine, snack, hamburger e hot dog, soft drink e molti altri cibi che non appartengono alla Dieta Mediterranea

Sport e Spuntino: cosa posso portare in palestra?

Anche se i ritmi di vita sono sempre incessanti dobbiamo imparare a non saltare i pasti e a scegliere cibi salutari.

Dieta Mediterranea - Alleata della nostra Salute

Si parla sempre più di modelli alimentari vegetariani o vegani, ma non si conosce la cultura e il modello proposto dalla Dieta Mediterranea.

Ricetta del panettone fatto in casa

E dopo la cena? Un buon panettone! Si, ma che sia buono!

I legumi prezioso ingrediente per inventare nuove pietanze

Si fa un gran parlare della carne rossa come unica e sola fonte di proteine, ma anche i legumi ne sono una sorgente, soprattutto se uniti ai carboidrati.

L'Antico Egitto: pioniere della cucina moderna

Si fa sempre più strada la necessità di ritornare ad un'alimentazione più ricca di fibre, alimenti integrali, lievito madre, semi oleosi, ecc. Nell'Antico Egitto tutto questo non era una novità, ma la base della cucina.

I cibi che aiutano la vista

I nostri occhi ricavano beneficio da una corretta alimentazione

La tendenza dell'estate è la gonna lunga, ma a noi piace la mini-gonna!

Tutti i marchi più o meno fashion, propongono per l'estate la gonna lunga... ma la minigonna rimane un capo storico intramontabile.

Ecco cosa indossare durante una cerimonia. E' vietato sbagliare abito.

E' tempo di cerimonie e come sempre ci troviamo davanti al grosso dilemma sulla scelta dell'abito giusto. Ecco alcuni consigli per non sbagliare.

Lo stile Boho-Chic: dagli anni '60 fino ad oggi

Lo stile dei figli dei fiori è arrivato fino a noi e lo stiamo riscoprendo in una versione più glamour delle sue origini.

Camicia di jeans ovvero a volte ritornano...

Un capo tornato alla ribalta quest'anno ma che ha una storia molto lunga alle spalle.

Metti una sana cena a sera

Un pasto serale leggero e gustoso aiuta a favorire un buon riposo

La Primavera in tasca

La stagione della rinascita porta con se cibi e pietanze deliziose, ma anche piccoli disturbi da combattere con la prevenzione, dall'alimentazione allo sport

Alimentazione emotiva

Dovremmo imparare a leggere i sintomi nascosti nel nostro comportamento che segnalano quanto la psiche detti la nostra alimentazione.

Le feste sono finite e inizia il mese delle promesse: cosa ci impedisce di rispettarle?

Il mese di Gennaio, così come Settembre, potrebbero essere chiamati: "i mesi delle promesse". Tutti rincorrono a "diete fai da te", sulla scia dell'ultima moda, promettono di iscriversi in palestra, perdere qualche chilo e rientrare in quella

res20

segui romawellness su facebook